Attivo il nuovo reparto di Nefrologia

Continua l'attività di ristrutturazione compiuta dal management dell'Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro.
Dopo la Patologia Neonatale, la Neurochirurgia e l' Anatomia Patologica, la Pediatria e la Chirurgia Pediatrica, l'Oculistica e l'Utic, la Medicina d'Urgenza-OBI, il Blocco Operatorio e la Dialisi,  portati a compimento grazie all'impegno, all'attenzione e alla sensibilità della direzione sotto la guida dell'avvocato Elga Rizzo, il nosocomio avrà un nuovo reparto di Nefrologia, attivo già da ieri.
«Lo spirito rinnovatore – ha detto il Direttore Generale f.f. Francesco Miceli - che ci ha animati in questi anni ha trovato periodiche conferme con la consegna di numerosi reparti, rifatti ex novo o profondamente ristrutturati. Dopo la Dialisi, restituire a tutti i fruitori un nuovo reparto di Nefrologia mi riempie di orgoglio».
La Soc di Nefrologia e Dialisi dell'ospedale catanzarese ospita, infatti,  pazienti nefropatici con patologie primitive e secondarie e pazienti emodializzati, trapiantati ed ipertesi. Un servizio di guardia medica assicura, in aggiunta, l'assistenza 24 ore al giorno.
Per garantire la sicurezza totale di pazienti ed operatori i due reparti dell'AOPC sono stati completamente ristrutturati, con opere di ammodernamento e adeguamento.  La scelta compiuta dalla Direzione Generale, in coerenza con il "piano di riassetto distributivo", è stata quella di allocare Nefrologia e Dialisi sullo stesso livello di piano ed in spazi più ampi. Questo ha consentito l'adeguamento agli standard di sicurezza ed alle norme per le procedure di autorizzazione ed accreditamento; una migliore collocazione distributivo-funzionale all'interno del presidio con collegamenti immediati tra le sezioni della struttura, a differenza di quanto accaduto fino ad ora; la razionalizzazione dell'utilizzo delle risorse umane e tecnologiche.
«L'inaugurazione della nuova Nefrologia– hanno detto il dottor Luigi Lombardi, ex direttore dell'U.O. di Nefrologia e Dialisi e la dottoressa Angela Rosa Pinciaroli, attuale direttore dell'Unità - è da considerarsi quale concreta espressione di buona gestione sanitaria e rappresenta una indubbia conquista per l'Azienda Ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" e per la sanità catanzarese. Una sistemazione attesa da oltre 30 anni che finalmente si realizza e che consentirà un utilizzo più razionale degli spazi e delle risorse umane a tutto vantaggio dei pazienti, basti  pensare che l'unità è Centro di riferimento per tutta la Calabria per le emergenze urgenze di pertinenza nefro-dialitica, che potranno beneficiare di una logistica molto dignitosa ed accogliente».