Medicina D'Urgenza ed Accettazione

Attivita'

Principali aree d'intervento: Pronto soccorso / Triage - Utente giunto in PS a mezzo ambulanza 118.

Il personale dell'Emergenza territoriale fa accedere la barella dall'ingresso dedicato alle emergenze della camera calda e procede al cambio barella all'interno dei locali del P.S.
 
Solo in caso di condizioni critiche procede direttamente alla zona ROSSA / SHOCK ROOM  assistito dal personale del P.S. precedentemente allertato a mezzo di linea telefonica dedicata indirizzata direttamente al triage. L'infermiere di triage prende in consegna il paziente dal personale dell'Emergenza territoriale ed esegue la valutazione cosiddetta "globale". Al termine verrà assegnato il codice di priorità.


Utente giunto con mezzi propri in camera calda viene introdotto nell'area di triage per la valutazione e l'assegnazione del codice di priorità.

 

L'area di triage/accettazione rappresenta pertanto un nodo particolarmente importante e delicato in quanto in essa vengono eseguite l'identificazione, la registrazione e la valutazione infermieristica per la assegnazione del codice di priorità di visita e la collocazione dell'utente nella area di trattamento più idonea:


Area a maggiore intensità (ROSSI - GIALLI):

 

  • Rosso = emergenza (paziente gravissimo, in pericolo di vita);
     
  • Giallo = urgenza (paziente grave, ma non in pericolo di vita).


Area a minor intensità (VERDI - AZZURRI - BIANCHI):

  • Verde = urgenza differibile (paziente che può attendere senza che sia compromesso il suo stato di salute);
     
  • Azzurro = non urgente (paziente che afferisce al PS per patologie gestibili anche diversamente, ad esempio tramite il medico di base).
     
  • Bianco = Non Critico

 

 

Accessi in Pronto Soccorso

Per accedere alla sezione Accessi in pronto Soccorso cliccare sull'immagine

Il paziente che viene messo in attesa dall'infermiere di triage con codice a basa priorità (verde, bianco) viene tuttavia periodicamente rivalutato dall'infermiere stesso (oppure lo stesso paziente o un familiare possono richiedere una rivalutazione dei parametri per un "peggioramento" della sintomatologia). Dopo tale rivalutazione è responsabilità dell'infermiere di triage confermare o modificare il codice di priorità.

 

 

Negli ultimi anni il Pronto soccorso è diventato un punto di riferimento oltre che per i pazienti critici anche per quei pazienti (che costituiscono la maggior percentuale di accessi in un pronto soccorso) a cui le prestazioni potrebbero o dovrebbero essere erogate da altri servizi quali il medico di base o gli altri servizi territoriali. Al fine di ridurre il rischio di "congestione" dell'area di attesa per stazionamento di pazienti a bassissima priorità (quelli probabilmente a rischio maggiore di lunghe attese), è stato identificato nell'area più vicino alla zona di attesa uno spazio da utilizzare per i codici bianchi con medico dedicato.
 
Area di osservazione temporanea: tale area fa fronte alla collocazione di utenti stabili che necessitano di una fase di attesa per terapia, refertazione di esami o in attesa di essere accompagnati per accertamenti radiografici o consulenze.
 
Area di attesa: l'area dedicata alla attesa dei parenti/accompagnatori e degli utenti ambulanti o in sedia, sono dotate dei pannelli informativi sulla attesa (entità e tempi), affiancati da monitor televisivi con funzione di intrattenimento/informazione. Trovano collocazione in questi spazi distributori di generi di conforto vari.


Osservazione breve intensiva: forma assistenziale in regime ambulatoriale, di norma della durata da 6 a 24 ore, a cui può seguire dimissione o ricovero.

 

Medicina d'urgenza: ricovera in particolare malati con grave compromissione respiratoria o cardiocircolatoria ed ha sviluppato una particolare competenza nel campo della ventilazione non invasiva. I pazienti critici sono tenuti in continua osservazione grazie ad un sistema di monitoraggio telemetrico. La struttura è divisa in due sezioni: l'area subintensiva e la degenza post-critica.


Settori diagnostici di particolare interesse:

 

  • emogasanalizzatore,
  • Eco - fast.


Staff

Direttore F.F.: Dott.ssa Maria Costanza Pullano.

Organico medico:

  • Dott. Claudio Asta
  • Dott.ssa Adele Fragomeni
  • Dott.ssa Maria Lucia
  • Dott.ssa Emanuela Marra
  • Dott.ssa Serena Di Cello
  • Dott. Peppino Masciari
  • Dott.ssa Antonietta Comito
  • Dott.ssa Palmina Graziano
  • Dott. Maurizio Mirante Marini
  • Dott. Angelo Gemelli
  • Dott. Giancarlo Costanzo
  • Dott.ssa Ornella Gigliotti
  • Dott.ssa Lucia Orlando Settembrini
  • Dott.ssa Concetta Custo
  • Dott.ssa Patrizia Iannazzo
  • Dott.ssa Maria Costantina Soluri
  • Dott.ssa Simona Mastroianni
  • Dott. Amato Napolillo
  • Dott.ssa Rita Zaccone
  • Dott. Claudio D' Amore


Coordinatore infermieristico:

  • Francesca Viapiana
  • Pietro Conidi


Informazioni di servizio

Recapiti telefonici:

  • Segreteria/fax 0961/883420
  • Degenza 0961/883041
  • Pronto Soccorso (Triage) Tel 0961/883219 - Fax 0961/883470

Tipo di ricovero: urgenza.
    
Tempi di attesa e modalità per il ricovero: urgenza.

Orario di visita ai degenti: tutti i giorni dalle ore 13.00 alle 14.00 e dalle ore 19.00 alle 20.00.

Orario colloquio con i medici: tutti i giorni dalle ore 13.00 alle 14.00 e dalle ore 19.00 alle 20.00.

Altre informazioni utili: il ricovero viene effettuato in urgenza dal medico di PS.

 

 

Raccomandazioni: non lasciare oggetti di valore o denaro negli armadietti e nei comodini. E' vietato l'uso del telefono cellulare per possibili interferenze con le apparecchiature elettromedicali. Solo in casi particolari, i medici potranno rilasciare permessi per la permanenza di familiari al di fuori degli orari di visita. In ottemperanza alla legge sulla privacy, non è possibile fornire telefonicamente informazioni mediche. Al momento della dimissione verrà consegnata una relazione clinica contenente i principali dati che hanno caratterizzato il ricovero.